ciao

Glossario T*

a

Androginia
Termine coniato da Sandra Berm nel 1974 (agg. androgino, dal greco andròs: uomo; gyné: donna). Indica un individuo (biologicamente maschio o femmina) che sostanzialemente, sia fisicamente che a livello comportamentale, non è distinguibile né come uomo e né come donna. Le persone androgine sono individui che con la loro particolare plasmabilità sui generi riescono ad andare ben oltre alla mascolinità e alla femminilità sterpotipata. 

B

Bisessuale
Individuo attratto sesso-affettivamente da individui di entrambi i sessi/generi.

C

Caratteri Sessuali Primari
Sono considerati caratteri sessuali primari gli organi genitali e riproduttivi presenti già alla nascita, quali: pene, vagina, gonadi e ovaie; gli stessi che differenziano le femmine dai maschi e la loro formazione è dipesa esclusivamente da fattori biologici/cromosomici.

Caratteri Sessuali Secondari
Sono considerati caratteri sessuali secondari tutte quelle caratteristiche fisiche che si sviluppano nel periodo puberale con l'aumento della secrezione degli ormoni sessuali. Sono caratteristiche che differenziano ulteriormente i maschi dalle femmine; trattasi di: barba, peluria, massa muscolare, ispessimento delle corde vocali, allargamento della laringe, ridistribuzione dell'adipe verso una forma più ginoide o più androide, aumento mammario, allargamento del bacino, etc..

Caratteri Sessuali Terziari
Sono considerati caratteri sessuali terziari tutti quegli aspetti ti tipo psichico/psicologico che stabiliscono la mascolinità e la femminilità di un individuo. Essi non sono dipesi da fattori biologici ma, bensì, da fattori culturali.

Cariotipo
Si tratta del corredo cromosomico di una specie (nel nostro caso umana). Termine da cui poi deriva l'analisi del cariotipo, più precisamente un esame del sangue specifico che permette di individuare delle "differenze" cromosomiche (numero e forma dei cromosomi), più comunemente chiamate "mosaicismi".

Cisgender
Individuo il quale sesso psichico corrisponde perfettamente al sesso biologico di appartenenza.

Coming Out
Letteralmente sta per "venire fuori" e significa rivelare qualcosa di sé che si è tenuto nascosto fino a quel momento. Nel mondo LGBT signfica rendere pubblico volutamente il proprio orientamento sessuale o la propria identità sessuale.

Comportamento Sessuale
Atti e pratiche sessuali finalizzate alla procreazione e alla ricerca del piacere sessuale.

Crossdresser
Individuo (biologicamente maschio o femmina) che quotidianamente veste e vive nei panni del sesso opposto. Da non confondere con il Travestito.

Crossdressing
Sostantivo relativo al termine "Crossdresser".

D

DIG
Acronimo che sta per Disforia di Genere/Disturbo d'Identità di Genere.

Disforia di Genere/Disturbo d'Identità di Genere
Il DIG è l'incongruenza tra il genere sentito/percepito come proprio e il sesso biologico di appartenenza. E' una condizione che genera forti disagi e che fino ad oggi è stata catalogata nel DSM-IV (Diagnostic and Statistical Manual - Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali) nella categoria “Settore V Disturbi Psichici e Comportamentali (F00-F99)”. A Maggio del 2013 uscirà la nuova edizione del manuale (DSM-V) approvata dall'APA (American Psychological Association) nella quale il termine "Disturbo d'Identità di Genere" verrà sostituito con "Disforia di Genere", al fine di slegare tale condizione dall'accezione negativa che ha il termine "DISTURBO" (articolo annesso). Va precisato, però, che si tratta di una condizione ancora oggi catalogata come una patologia mentale, benché non venga assolutamente trattata a livello psichiatrico ma, bensì, a livello medico-chirurgico.

Drag King
Individuo (biologicamente femmina) che per motivi artistici/teatrali si traveste da uomo, esasperandone la mascolinità.

Drag Queen
Individuo (biologicamente maschio) che per motivi artistici/teatrali si traveste da donna, esasperandone la femminilità. 

E

Espressione di Genere
Si riferisce al modo di esprimere il genere sentito come proprio con abbigliamento, taglio di capelli, etc. che può essere  conforme al proprio sesso biologico o meno.

Eterosessuale
Individuo attratto sesso-affettivamente da  individui del sesso/genere opposto.

F

Fallocentrismo
Si riferisce ad un visione in cui si vede un individuo porre il "fallo", più o meno ossessivamente, al centro della propria esistenza in toto (esperienze sessuali annesse). Spesso sono più fallocentrici gli uomini ma di sovente si possono osservare altresì casi di donne anch'esse fallocentriche. E' una visione prettamente maschilista che tende a dare all'uomo più importanza e valore in relazione al suo sesso biologico, sottomettendo così la figura femminile (vista per lo più come parte passiva).

Femmina e Maschio
La femmina individuo di fenotipo XX, quindi con caratteri primari e secondari femminili.  Il maschio è un individuo di fenotipo XY, quindi con caratteri primari e secondari maschili.

G

Gender-Bender
E' un termine anglosassone che deriva dalla teoria queer nata negli anni '90 (queer theory). Letteralmente significa piegatore-genere ma, in sostanza, oltre a voler rapprenstare una forma di attivismo nei confronti del genere (dove ne derivano anche eventi artistici legati alle identità di genere e gli orientamenti sessuali, come il GENDER BENDER di Bologna), si riferisce a tutte quelle persone che rifiutano le imposizioni sociali relative al binomio "ruolo di genere/sesso biologico" e alla dicotomia uomo/donna.

Genderqueer
Individuo (biologicamente maschio o femmina) che rifiuta il binarismo di genere uomo/donna (stereotipo di genere compreso) e che, non identificandosi pienamente né in un genere né in un altro, spesso sente di appartenere ad una sorta di "terzo genere".

Genere
È un processo di costruzione socio-culturale delle identità nel quale vengono rappresentati, definiti ed incentivati tutti quei comportamenti che danno origine allo status di uomo/donna.

H

I

Identità di genere
Si riferisce al proprio sentirsi uomini o donne o nessuno di essi o entrambi. Sostanzialmente descrive la percezione che ogni individuo ha di sé rispetto al proprio genere, un genere che non sempre collima con il proprio sesso biologico. Si tratta di una dimensione maschile/femminile/altro che prende forma e si definisce entro i 3 anni di età.

Identità Sessuale
Un insieme di componenti biologiche, psicologiche, emotive e sessuali che delineano i quattro principali fattori psicosessuali intercorrelati di cui è composta la sessualità: sesso biologico, identità di genere, ruolo di genere e orientamento sessuale. Spesso il termine "Identità Sessuale" lo si utilizza per parlare del sesso biologico di un individuo.

Intersessuale
Una persona i quali cromosomi e caratteri sessuali primari e/o secondari sono differenti e non sono riconducibili a ciò che la società ha da sempre definito "maschio" o "femmina". Le forme di intersessualità sono varie, le più usuali sono: per le femmine la sindrome di Turner (45, X0 o 45, X) e per i maschi la sindrome di Klinefelter  (47,XXY). Quelle meno usuali, invece, sono: per le femmine la sindrome tripla X (47,XXX) e per i maschi la Sindrome XXXY o XXXXY (48, XXXY o 49, XXXXY). Spesso l'intersessualità viene considerata un errore genetico da correggere già in tenera età, anzichè considerarla semplicemente una varianza cromosomica. Il termine "Intersessuale" non è da confondersi con il termine "Ermafrodita" (etimologia del termine annessa) che, invece, viene utilizzado in zoologia e in botanica per indicare la presenza contemporanea di appartati e caratteri sessuali in una determinata specie animale o vegetale. Inoltre, le sindromi citate non sono da confondersi, per esempio, con la sindrome di Morris che non è altro che un'insensibilità agli androgeni da parte di un individuo di fenotipo maschile (46, XY).

J


K


L

Legge 164/82
Legge vigente in Italia dal 1982 che regolamenta e predispone l'iter medico-legale della Riassegnazione Chirurgica del Sesso.

M

MtF & FtM
MtF è un acronimo inglese "Male to Female", ovvero: da maschio a femmina. FtM è un acronimo inglese "Female to Male", ovvero: da femmina a maschio.

N


O

Omosessuale
Individuo attratto sesso-affettivamente da  individui dello stesso sesso/genere.

Orientamento Sessuale
Preferenze sesso-affettive che si dividono in: omosessuale, eterosessuale, bisessuale, pansessuale.

Outing
Letteralmente sta per "uscita"  e significa rivelare, senza permesso, qualcosa di nascosto che riguarda altri. Nel mondo LGBT significa rendere pubblico intenzionalmente l'orientamento sessuale o l'identità di genere altrui senza  il loro consenso.

P

Pansessuale
Individuo attratto sesso-affettivamente da esseri umani indipendentemente dal loro sesso biologico di appartenenza e dal loro genere sentito come proprio: non ci sono differenze in tal senso. Le persone pansessuali non sono da confondersi con le persone bisessuali: quest'ultime, spesso, tendono a soffermarsi in ogni caso sul binomio maschio/uomo - femmina/donna (ovvero: pene/uomo - vagina/donna); la pansessualità è un insieme di vari modi di vivere la propria sessualità che va ben oltre ad un corpo.

Q

Queer
E' un termine che deriva sia dalla lingua inglese (queer=strano - bizzarro - insolito - eccentrico) che dalla lingua tedesca (quer=trasversalmente - di traverso - diagonalmente). E' senz'altro un termine ombrello ove si possono sentire rappresentati tutti coloro che, per questioni di identià di genere e/o di orientamento sessuale fuori dai classici canoni binari, rifiutano le imposizioni sociali (categorie annesse) relative all'identità sessuale.

R

RCS
Acronimo che sta per "Riassegnazione Chirurgica del Sesso", più comunemente chiamata "Transizione".

Ruolo di Genere
E' una serie di atteggiamenti, di comportamenti, di dimostrazioni  e di manierismi considerati tipicamente maschili o femminili che la società trasmette e si aspetta dagli uomini e dalle donne nati biologicamente tali. Si tratta di una serie di atteggiamenti e comportamenti stereotipati ed influenzati a livello socio-culturale, nonché storico.

S

Sesso Biologico
Rappresenta tutta quella serie di caratteriste fisiche/anatomiche (caratteri sessuali primari) di un individuo. Sono caratteristiche fisiche/anatomiche dovute principalmente ai cromosomi sessuali che, a livello biologico, differenziano un maschio da una femmina.

Sessualità
E' riferito agli aspetti psico-socio-culturali del comportamento sessuale umano.

Stereotipo di Genere
È un insieme di credenze e di luoghi comuni legati al genere uomo/donna; essi semplificano, standardizzano e schematizzano la complessità dell'essere umano annullando, così, l'individualità di ognuno di esso.

T

TOS/HRT
Acronimo che sta per Terapia Ormonale Sostitutiva/Hormone Replacement Therapy.

Transessuale
Persona (femmina o maschio) il cui sesso psichico non corrisponde al sesso biologico. Tale discordanza, chiamata DIG, genera forti disagi e l'unica soluzione ritenuta statisticamente valida per tale malessere è proprio la RCS (che ovviamente non è  standard...o così non dovrebbe mai esserlo)

Transfobia e Omofobia
Avversione immotivata per le persone transgender ed omosessuali, caratterizzata principalmente da pregiudizi ed ignoranza. Spesso essa sfocia in comportamenti violenti e discriminatori.

Transgender
E' un termine ombrello ove rientrano più condizioni che riguardono l'identità di genere. Solitamente viene utilizzato da coloro che rifiutano la dicotomia uomo/donna e lo stereotipo di genere, non identificandosi pienamente né in un genere né in un altro come, invece, succede alle persone transessuali.

Transgederismo
Nel senso più letterale del termine, significa attraversare i generi. 

Transizione/Transito
Percorso medico-legale di RCS, regolamentato dalla legge 164/82, che consente di convertire i propri caratteri sessuali primari (solo in parte), secondari e i propri dati anagrafici, da maschili a femminili o viceversa.

Travestito
Individuo (solitamente biologicamente maschio) che, più o meno usualmente, prova piacere sessuale nell'indossare abiti/lingerie del sesso opposto. In esso vi è una componente feticistica.

Travestitismo
Sostantivo relativo al termine "Travestito". 

U

Uomo e Donna
Entrambi sono degli status che descrivono il genere di un individuo al quale una persona, indipendentemente dal sesso biologico di appartenenza, si identifica e sente di appartenere. Inoltre, gli stessi status spesso vengono socialmente legittimati in presenza dei caratteri sessuali secondari che negli individui cisgender corrispondono perfettamente al proprio sentirsi uomo o donna. 

V


W


X

XY  (46, XY) e XX  (46, XX)
XY è la coppia di cromosomi sessuali definiti maschili. XX è la coppia di cromosomi sessuali definiti femminili.

Y


Z





Created with Artisteer