ciao

sabato 9 febbraio 2013

Intervista esclusiva a Vittoria Schisano: ''Vi racconto la mia nuova vita da donna"

(Foto di F.Chiesa)
All’età di 32 anni ha capito realmente chi era: una donna. L’attore Giuseppe Schisano ha deciso di diventare Vittoria, una donna dal viso meraviglioso, femminile, con occhi azzurri e lucenti, voce delicata e gambe lunghissime, senza dubbio una vera donna. Un’identità riscoperta che finalmente le ha fatto ritrovare il sorriso, dopo un lungo periodo in cui ha nascosto chi voleva essere nella vita di tutti i giorni.

Un passaggio doloroso e sofferto per Vittoria, che adesso è ritornata a vivere in una totale serenità e tranquillità, superando pregiudizi e paure. Al Giornale di Puglia ha concesso un’intervista esclusiva dove si racconta a cuore aperto e ci fa conoscere la sua nuova vita, sui tacchi.

Ha capito di preferire i tacchi e le gonne ai pantaloni: da Giuseppe è diventata Vittoria: un passaggio complicato e doloroso. Qual è stata la reazione della sua famiglia?
‘’Stupore, paura, dolore: limiti che l'amore ti da la possibilità di superare. Oggi sono tutti sereni ed innamorati di Vittoria’’.

Ha avuto paura dei pregiudizi della gente e delle persone a lei care?
‘’Non, mai. Le persone a me care, hanno forse avuto paura per le difficoltà del percorso che mi accingevo ad intraprendere ma ho la fortuna di avere GRANDI AMICI che guardano prima con il cuore e poi con gli occhi. Se c'è stato il pregiudizio di qualcuno di sicuro non faceva parte del mio mondo, dei miei amici, della mia famiglia e neanche me ne sono accorta. Tengo lontane dalla mia vita le persone che non meritano il mio amore, la mia stima, la mia amicizia’’.

Nel suo lavoro ha mai pensato di non essere accettata?
‘’E' un rischio che ho valutato, avrei potuto perdere tutto ma avrei guadagnato la cosa più importante: me stessa!’’.

Qual è l’uomo che vorrebbe al suo fianco?
‘’Un uomo che mi desse la possibilità di essere la sua bambina insegnandomi ad essere la sua femmina, un uomo che mi faccia sentire protetta, che mi dia serenità, amore; è forse per questo che sono affascinata dagli uomini più grandi. Mi vesto spesso da primadonna che non deve chiedere mai e che non ha paura di nulla ma se guardi oltre vedi una bambina con le sue fragilità e le sue paure, una bambina che sogna il Principe Azzurro, quel tipo di uomo che ti guarda negli occhi, ti stringe a se e ti dice: "Non preoccuparti, ora ci sono io con te!’’.


Vittoria è soddisfatta della sua vita sul set e sogna un uomo che la ami davvero e fino in fondo

Cosa si sentirebbe di dire a chi non è ancora in grado di superare questa fase difficile della propria vita?
‘’Di aspettare, ognuno ha i propri tempi, ma di ascoltare sempre il proprio cuore, di avere il coraggio di dirsi la verità, di amarsi dando così agli altri la possibilità di riconoscerci e di amarci per quello che realmente siamo’’.

Di Giuseppe dentro di lei cosa è rimasto?

‘’Come Vittoria mi considero l'evoluzione di Giuseppe, ho conservato tutte le cose che di Giuseppe mi piacevano: i miei amici, la mia famiglia, il mio mondo. Come Vittoria sono forse più sicura, orgogliosa, di certo più coraggiosa; oggi so chi sono e cosa realmente voglio dalla mia vita e con chi voglio condividere tutto questo’’.

Cosa si aspetta dalla vita, adesso?

‘’Vivo la vita che ho sempre desiderato: faccio il lavoro che sognavo di fare da bambina, ho degli amici fantastici ed una splendida famiglia. Sogno un uomo che mi ami, la serenità di una famiglia, la semplicità di una casa, di essere sempre circondata dell'amore dei miei amici. Professionalmente un ruolo femminile, un ruolo da donna che possa riscattare la mia arte e la mia persona. Mi piacerebbe fare SanRemo, forse quando un'attrice "transessuale" farà SanRemo significherà dire che l'Italia è realmente cambiata. Intanto sto scrivendo un libro sulla mia storia ed un giorno vorrei mettere a servizio di chi è stato meno fortunato di me la mia esperienza; forse contatterò il ministro delle pari opportunità proponendogli una legge sull'uguaglianza dei diritti di tutti i cittadini mettendo la mia faccia e la mia persona a testimonianza’’.

E’ finalmente felice?

‘’Si, sono felice, lo sono tutti i giorni: guardarsi, riconoscersi, amarsi è la base per amare chi ci circonda. Dovremmo tutti imparare ad essere meno egoisti, ad avere meno paura del prossimo, meno pregiudizi e ad amare un pò di più’’.

di Marco Masciopinto
www.vittoriaschisano.com