ciao

giovedì 17 gennaio 2013

Studente fa coming out a scuola. L'insegnate: "sono onorata"


Ecco la lettera che uno studente ha scritto all'insegnante per fare coming out. Lei: "Sono onorata di essere testimone di questo peso che ti sei tolto".



"Scrivete una lettera che parli di un peso che vi portate dentro ogni giorno". Era questo il compito assegnato da un'insegnante di scrittura creativa ai suoi studenti e che ha avuto un inaspettato risvolto che sta facendo il giro del web. "Gentile professoressa - si legge nel compito consegnato da uno studente - vorrei parlarle della cosa che porto dentro per me più importante. La porto dalla scuola media e per me è un peso enorme sin da quando l'ho scoperta. La scoperta della mia sessualità: è iniziata circa 6 anni fa ed è stata per me un fardello. Lo è stata fino a che ho iniziato a non dargli tutta questa importanza. E prima gliene davo troppa a causa della paura. Ho paura che le altre persone si accorgano di questo peso. Che si accorgano del peso e pensino male di me. Che abbiano pensieri negatvi. Che mi odino. Ecco perché lo porto. Semplicemente non voglio essere odiato. O peggio, essere messo da parte dalle vite delle persone. Io voglio che non cambi nulla. Ma voglio anche liberarmene. Questo peso mi sta portando a fondo allontanandomi dalle cose importanti ma ancora una volta la paura entra in gioco e mi causa ripensamenti. La paura mi costringe a tenermi dentro questo peso ancora oltre. Per fortuna sono stato capace di scaricarne un po' dichiarandomi con qualcuno. Per alcuni saperlo non ha cambiato nulla. Alcuni mi hanno considerato una persona ancora migliore. Infine, qualcuno ha iniziato a detestarmi. Di questi ultimi non mi preoccupo. Possono pure rimanere nel loro mondo bigotto. Piuttosto ci sono altre persone con cui il peso continua ad esserci. Si tratta della mia famiglia che non so come reagirà. Non so se a loro interesserà qualcosa, se rifiuteranno il mio amore e mi disconosceranno come figlio, fratello o nipote. E non potrò saperlo fino a che non mi dichiarerò. Il giorno in cui potrò finalmente liberarmi di questo peso, liberare il mio mondo, sarà la prima grande vittoria della mia vita. E' il giorno che on vedo l'ora di vedere".

Riconsegnando il compito con le correzioni, l'insegnante ha risposto allo studente: "Sono onorata di essere testimone di questo peso che ti sei tolto. Sei un giovane incredibile, compassionevole e dinamico che darà al mondo qualcosa per quello che sei, offrendo soltanto il tuo amore e il tuo spirito. Se le persone sceglieranno di non essere a loro agio saranno loro a perdere qualcosa".

Fonte: Gay.it



Vi abbraccio
Marco Michele Caserta