ciao

mercoledì 5 dicembre 2012

Storia e Transgenderismo. Jacqueline-Charlotte Dufresnoy (in arte Coccinelle): "Prima artista transessuale parigina"

E' morta a Marsiglia, a 75 anni, il 9 Ottobre 2006. Si fece operare per cambiare sesso nel 1958, destando scandalo. Partita dagli spettacoli di cabaret parigini, recitò anche in diversi film e si esibì con Edith Piaf.

Nata a Parigi nel 1931, Jacques-Charles Dufresnoy, in arte Coccinelle, divenne allo stato civile Jacqueline-Charlotte Dufresnoy dopo un'operazione chirurgica di vaginoplastica nel 1958 a Casablanca, in Marocco. La notizia dell'intervento per cambiare sesso destò grande clamore e scandalo in Francia, dove Coccinelle era già una apprezzata cantante di cabaret en travesti.

Coccinelle ottenne il cambiamento anagrafico nel 1962 per regolarizzare il suo matrimonio con un giornalista. Il caso ebbe enorme risonanza e suscitò veementi proteste tanto che fino al 1978 nessun transessuale potè cambiare stato civile in Francia. La carriera artistica di Coccinelle iniziò nel 1953 con il teatro di rivista, in particolare al "Chez Madame Arthur", celebre cabaret di Parigi, dove si esibivano regolarmente trasformisti di ogni parte del mondo. 

Dopo l'operazione, Coccinelle, divenne l'icona della causa transgender in Francia e nel mondo. Negli anni sessanta conobbe la notorietà come cantante e attrice, in teatro e al cinema. Nel 1960, a Parigi, Coccinelle era definita dalla cronache la più famosa transessuale del mondo, incantava il pubblico al Carousell.

Coccinelle, che ebbe modo di cantare anche al fianco della leggendaria Edith Piaf, ha inciso una decina di dischi e ha partecipato a un'altra decina di film.

Non fu la prima transessuale ad operarsi, ma fu la prima di fama mondiale. E contribui' a rendere noto un chirurgo che fino ad allora aveva agito in maniera quasi clandestina. 

Nel 1953 in Marocco, a Casablanca, il chirurgo francese Georges Burou incominciò le operazioni di "cambiamento di sesso".

Coccinelle fu una delle prime pazienti, nel 1958, a sottoporsi al metodo chirurgico moderno per il riassegnamento del sesso (che Burou aveva appena messo a punto). Due anni più tardi, nel 1960, anche un'altra showgirl del Carousell, di nome Bambi, si recò dal Dottor Burou.

BIOGRAFIA

Debutta nel mondo dello spettacolo nel 1953 come travestito. Cinque anni dopo, cambia sesso mutando il nome in Jacqueline-Charlotte, diventando così la prima persona francese a farlo [senza fonte]. Il suo caso, all'epoca nuovissimo, venne discusso dalla stampa di tutto il mondo, analogamente a quanto avvenne con i casi quasi coevi di Christine Jorgensen e di Roberta Cowell.
  • Nel 1959 il cantante italiano Ghigo Agosti pubblica la canzone Coccinella, a lei dedicata.
  • Nel 1964, si esibisce all'Olympia.
  • Dal 1970 inizierà una serie di tournées che la porteranno un po' ovunque sul pianeta.
  • Dal 1978 si stabilisce in Germania; nel 1987 tornerà a Parigi. Ne approfitta per redigere un'autobiografia intitolata Coccinelle par Coccinelle.
  • Nel 1990, le si propone uno spettacolo che racconta la sua vita e di cui lei è la vedette. Tuttavia, nel momento in cui scoppia la guerra del Golfo, lo spettacolo affonda per mancanza di finanziamenti.
  • Dal 1994, si esibisce a Marsiglia. Sei anni dopo, infine, si ritirerà quasi del tutto dal mondo dello spettacolo.
FILMOGRAFIA
BIBLIOGRAFIA

  • (FR) Mario A. Costa, Coccinelle est lui, Les presses du Mail, 1963.
  • (ES) Jacques-Louis Delpal, Los travestis, Tropos, 1974.
  • (FR) Coccinelle par Coccinelle, Daniel Filipachi, 1987.
  • (FR) Jacqueline Strahm, Montmartre, beaux jours... et belle de nuit, Cheminement, 2001.
Vi abbraccio
Marco Michele Caserta