ciao

domenica 30 dicembre 2012

L’uomo picchiato sul treno perché gay


Irlanda: un cinquantenne è finito in ospedale fra Dublino e Belfast

Un uomo sulla cinquantina è finito in ospedale con il naso rotto e ferite alla testa dopo esser stato selvaggiamente picchiato da due uomini sul treno da Dublino a Belfast: il tutto perché i due avventori avevano scoperto che era omosessuale.

L’AGGRESSIONE - La storia la racconta l’Irish Times. Il treno in questione era il 20.50 da Dublino a Belfast e la vittima dell’aggressione era, secondo il giornale irlandese, “seduto in un vagone praticamente vuoto”. E’ andato al bagno, è tornato e ha trovato due uomini che guardavano il suo computer; prima di alzarsi stava navigando su un sito internet per uomini gay, e ne era rimasta traccia sullo schermo. “Hanno iniziato ad accusarmi di essere un pervertito. Ho cercato di riprendermi il computer e mi hanno inseguito in un altro vagone dove hanno iniziato a picchiarmi. Stavo urlando per chiedere aiuto, ero coperto di sangue”. L’uomo, affetto da Sindrome di Asperger, è stato ricoverato all’ospedale di Portadown, a metà strada fra Belfast e il confine con la Repubblica d’Irlanda, ed è stato dimesso domenica.

ALLA CACCIA - Di lui non si sa l’identità per sua specifica richiesta; ha dichiarato, uscito dall’ospedale: “Non è certo qualcosa che ti aspetti possa capitare alla mia età, sono ancora sconvolto. Penso che mi ci vorrà qualche giorno per riprendermi”. La polizia sta indagando dopo l’acquisizione dei filmati delle telecamere a circuito chiuso e spera di rintracciare i due malviventi scesi a Portadown; hanno rubato al malcapitato anche un iPod e le cuffie. “Spero davvero che li prendano, abbiamo tutti il diritto di essere al sicuro quando usiamo il trasporto pubblico”, dice l’uomo.


Vi abbraccio
Marco Michele Caserta