ciao

mercoledì 18 gennaio 2012

Le coppie gay incitano all’omosessualità: l’assurda protesta contro la serie “Fisica o chimica”

Guardare le coppie gay in tv rende automaticamente gay? No, o forse si? Ad asserire una simile stupidaggine sono stati nei giorni scorsi i membri dell’Aiart (Associazione Italiana Ascoltatori Radio e Televisione), che hanno protestato contro la messa in onda della serie televisiva spagnola “Fisica o chimica“, trasmessa nel primo pomeriggio su Rai4.
Ebbene, a quanto sembra ancora una volta alcune persone omofobe, cariche di pregiudizi e di paure, si espongono, e si scagliano contro una semplicissima serie televisiva, che tratta peraltro tematiche importantissime, da quella dell’alcool alla droga, al sesso, all’ omosessualità e al razzismo.

A quanto sembra i membri dell’Associazione di Telespettatori non avrebbero apprezzato la presenza di personaggi omosessuali nella serie tv: “Le vite dei personaggi del telefilm, alunni ed insegnanti, si intrecciano in vicende ambigue a base di sesso, droga e trasgressione. La serie propone scene dirette che inducono i giovani al sesso spinto e all’omosessualità”.

Immediata e categorica la risposta da parte di Carlo Freccero, che si è detto stupito da simili accuse, dal momento che il fine ultimo della serie tv incriminata sarebbe proprio quello di affrontare in chiave realistica situazioni che appartengono alla vita quotidiana di moltissimi adolescenti. Insomma, basta con tutta questa ipocrisia, una volta per tutte!

“Io mi chiedo come in un paese europeo, laico come è l’Italia, si possa chiedere in modo così perentorio ed integralista la sospensione di questa serie”, dichiara Carlo Freccero, che conclude categorico: “Lo ripeto, sono profondamente scandalizzato e allibito”.

Chapeau a Freccero. Fortunatamente in Italia esiste ancora gente che si scandalizza per simili manifestazioni di chiusura mentale a livelli da medioevo!

Fonte: GayWave
Vi abbraccio

Marco Michele Caserta