ciao

lunedì 17 ottobre 2011

Cronaca: "Una giovane transessuale uccisa per ripulire l’onore della famiglia".

Una transessuale è stata uccisa in Turchia da un proprio familiare. Il fratello ha infatti deciso di porre fine all’esistenza della trans perchè poneva un grande imbarazzo al buon nome della sua famiglia. Il fatto è successo nella parte orientale della provincia di Gaziantep. La vittima aveva solo 24 anni e viveva da sola, ma purtroppo non è scappata all’ira omicida del fratello.

TRANS VERGOGNA FAMILIARERamazan Çetin è una giovane transessuale che era in cura presso l’Ospedale Pubblico di Cengiz Gökçek di Gaziantep. La donna trans aveva sostenuto di essersi procurata le ferite dopo una caduta da un luogo molto alto. Il ricovero le è stato però fatale, perchè il fratello di alcuni anni più anziano si è recato all’Ospedale e l’ha uccisa con tre colpi di pistola, dei quali solo due sono andati a segno, purtroppo con effetti mortali. L’omicidio è accaduto in orario serale. “Mio fratello era un travestito, mi faceva schifo. L’ho ucciso, così ho pulito il mio onore e quello della mia famiglia”, ha affermato ai Poliziotti Fevzi Çetin. L’assassino si è consegnato lui stesso alle Forze dell’Ordine, giustificando così l’omicidio appena compiuto. Ramazan Çetin era fuggita dalla sua famiglia, due anni fa, abbandonando la sua stanza all’interno della casa dei Çetin, perchè condannavano la sua scelta di vivere in modo aperto la propria transessualità e perciò si era sempre tenuta lontano da genitori e fratelli. Purtroppo, però, la sua fuga per una vita senza pregiudizi è finita con le pallottole sparate dal fratello.



Vi abbraccio

Marco Michele Caserta