ciao

martedì 9 agosto 2011

Amsterdam: Gay Pride 2011

Gay Pride ad Amsterdam, in migliaia a sfilare tra i canali della città

Tanto divertimento, musica e colori alla sedicesima edizione del Gay Pride di Amsterdam che si e' svolto ieri con una manifestazione sugli storici canali

Amsterdam - (Ansa) - Decine di migliaia di persone hanno assistito alla sfilata dei circa 80 battelli colorati, ognuno allestito con un tema diverso, che hanno attraversato la citta'. Tra le tante imbarcazioni ha riscosso particolare successo quella con a bordo i "pirati": la nave era decorata con un'enorme bandiera arcobaleno a prua, mentre gli occupanti, vestiti con calzoni neri e tutti a torso nudo, roteavano spade di plastica rosa al ritmo della musica techno ed elettronica. La polizia e gli organizzatori dell'evento non hanno fornito ancora una stima precisa delle persone presenti all'evento. "E' una festa importante che si svolge ogni anno, e che serve per mostrare alla gente che cosa e' la cultura gay", ha dichiarato Malik, 23 anni che partecipa alla parata insieme al suo 'compagno'. Piu' che una festa il Gay Pride e' un'occasione per la comunita' Glbt (gay, lesbiche, bisessuali, transessuali e travestiti) di rivendicare i propri diritti. All'edizione del Pride di quest'anno ha partecipato anche il ministero della Difesa olandese con un suo proprio battello con a bordo dei soldati omosessuali in uniforme. "Nei Paesi Bassi abbiamo quella che noi chiamiamo la tolleranza a distanza - ha spiegato Vera Bergkamp, presidente del Coc, la principale associazione olandese della difesa dei diritti dei gay - le persone sono tolleranti fino a quando gli omosessuali sono lontani dalla loro vista". L'Olanda, la cui comunita' glbt conta circa un milione di persone, e' stato il primo Paese al mondo ad avere legalizzato i matrimoni tra persone dello stesso sesso.



Amsterdam, l'orgoglio gay sfila tra i canali


Tanto divertimento, musica e colori alla sedicesima edizione del Gay Pride di Amsterdam che si è svolto sabato con una manifestazione sugli storici canali. Decine di migliaia di persone hanno assistito alla sfilata dei circa 80 battelli colorati, ognuno allestito con un tema diverso. L'Olanda è stato il primo Paese al mondo ad avere legalizzato i matrimoni tra persone dello stesso sesso.

Fonte: http://tv.repubblica.it/mondo/amsterdam-l-orgoglio-gay-sfila-tra-i-canali/73904?video

Amsterdam: al gay pride in divisa

Amsterdam: i militari al gay pride. Città tollerante ed anche un po' libertina per eccellenza, Amsterdam ha ospitato questo fine settimana l'annuale gay pride. Visti da centinaia di migliaia di persone, il pacifico esercito omosessuale ha invaso vie canali della città olandese per tutto il weekend. Alla manifestzione si è unito però anche un altro esercito, quello vero. Un'ottantina di militari, sfoggiando orgogliosamente la loro divisa, hanno partecipato alla marcia, corredata da oltre 300 eventi, tra feste, rave musicali ed iniziative culturali e di sensibilizzazione. L'esercito al gay pride sembrerà forse strano in Italia, ma in Olanda è una cosa perfettamente naturale, anzi.

Guarda le immagini 
I gay nell'esercito dal 1974. Sono ormai 37 anni che in Olanda i militari dichiaratamente omosessuali servono la loro patria. Una questione, quella dei gusti sessuali personali, che nel paese dei tulipani pare quindi ben poco sentita, ben tollerata e che anzi viene tutelata. Per i primi 25 anni infatti, i soldati gay vennero supportati da un'istituzione apposita, un dipartimento del Ministero della Difesa deputato a curare i loro interessi. Quest'anno i militari hanno avuto un battello tutto loro, ma non è comunque la prima volta che una rappresentanza militare partecipa alla manifestazione dell'orgoglio gay. Fu nel 2009 infatti, che il Parlamento concesse il permesso di sfilare in divisa, su proposta del Partito delle Libertà, omonimo olandese del partito di maggioranza attualmente al Governo in Italia. Un permesso che fu osteggiato inizialmente dallo stesso segretario della Difesa, poi costretto a cedere e che però era parso più preoccupato dell'accostamento tra la seriosa uniforme e gli sgargianti costumi del gay pride, piuttosto che dal fatto che nell'esercito vi fossero omosessuali desiderosi di manifestare la propria identità.

Fonte: http://www.newnotizie.it/2011/08/08/amsterdam-al-gay-pride-in-divisa/

Vi abbraccio

Marco Michele Caserta