ciao

lunedì 18 luglio 2011

Il cardinale di Monaco: “I gay sono uomini falliti”.

L’arcivescovo della capitale bavarese attacca con durezza gli omosessuali

Il cardinale di Monaco Reinhard Marx ha dichiarato, durante il forum della Chiesa cattolica tedesca svoltosi a Mannheim, che le lesbiche e i gay sono uomini falliti e distrutti. Un commento molto aspro che ha suscitato subito vivaci polemiche, anche se finora il porporato bavarese non ha ritrattato.

QUEI FALLITI DEI GAY - Durante il forum svoltosi a Mannheim, una delle principali città del Baden -Wuerttemberg, il cardinale di Monaco di Baviera ha rimarcato come gli omosessuali siano in buona sostanza dei falliti, delle persone distrutte con le quali la Chiesa Cattolica dovrebbe cambiare completamente il proprio rapporto.
Secondo il cardinale i gay sarebbero come i divorziati. Inoltre, il cardinale avrebbe aggiunto di non riuscire a comprendere come mai molti uomini non condividano o non riescano a trovare il tesoro della fede posseduto dai cattolici. L’associazione dei gay e delle lebische tedeschi ha definito molto gravi ed offensive le dichiarazioni del cardinale, rimarcando come nessun dialogo possa partire su queste basi.

CONSERVATORE VICINO A RATZY
– Reinhard Marx è stato nominato cardinale da Ratzinger, dopo che Papa Giovanni Paolo II l’aveva scelto per guidare la diocesi di Monaco di Baviera, dal quale proviene l’attuale vescovo di Roma. Marx si è distinto in passato per posizioni di grande ortodossia, tanto che tolse i sacramenti ad un sacerdote che aveva officiato la comunione insieme ai protestanti. Allo stesso tempo aveva licenziato un’insegnate di religione che si era unita civilmente ma non sposata in chiesa. Al Parlamento bavarese Marx aveva ricordato come la religione non sia un fatto privato, ma che la stessa costituzione dello Stato tedesco debba essere legata alla dottrina della Chiesa. La durezza delle prese di posizioni anti gay della Chiesa sembra essere in qualche modo collegata alla prossima visita in Germania di Papa Benedetto XVI.