ciao

venerdì 24 giugno 2011

Il Politecnico di Torino apre le porte anche ai diritti delle persone trans*.

Il Circolo Glbtq Maurice si complimenta col Politecnico di Torino dove sara' possibile per studenti e studentesse transessuali avere un libretto universitario con il nome scelto.
Dopo l'Universita' di Torino, che nel 2003 introdusse questa norma, ora anche il Politecnico della stessa citta' offre questa opportunita'.
Il perscorso di transizione per cambiare sesso e' lungo e faticoso, durante questi anni le persone transessuali vivono una vita secondo il sesso desiderato; i documenti pero' disattendono continuamente il loro aspetto fisico, poiché fino alla fine del percorso la legge italiana non permette di possedere documenti consoni. "E' una grande dimostrazione di sensibilita' da parte del Politecnico" dichiara Christian Ballarin, Vice Presidente del Maurice. "Questo prova che le varie istituzioni possono trovare soluzioni concrete per aiutare le persone a vivere una vita più serena. Sarebbe importante che anche lo Stato Italiano comprendesse questa necessita' come gia' hanno fatto molti altri Paesi".
Il primo ragazzo che usufruira' di questa possibilita' e' iscritto a ingegneria informatica e ci dice: "Rispondere agli appelli, frequentare i corsi, vivere l'ateneo e' diventato un vero problema ora che sono fisicamente uomo ma i miei documenti sono ancora al femminile. Costantemente la mia privacy viene violata e sono sottoposto a situazioni imbarazzanti, al limite dell'umiliazione. Il nuovo libretto mi evitera' tutti queste spiacevoli circostanze".
Si tratta, dunque, di una bella scelta di civiltà.


Vi abbraccio

Marco Michele Caserta