ciao

venerdì 27 maggio 2011

TTT Lines “Be Transported”: immagine fuorviante.

Questa è l'immagine di una nuova Campagna Pubblicitaria (Be Transported), realizzata dallo Studio Fabris adv (storica Agenzia Pubblicitaria napoletana), richiesta da una Compagnia di Navigazione (TTT Lines) nota per i suoi collegamenti tra Napoli e Catania.
Ovviamente loro pensano di avere avuto un'idea simpatica, ironica e divertente...solo si sono dimenticati un particolare di fondamentale importanza: "Transessuale" e "Drag Queen" sono due termini completamente differenti l'uno dall'altro.
La donna transessuale è una donna (che tale si sente nonostante sia nata geneticamente maschio...e non uomo, come molti insistono a ripetere) che ha intrapreso un lungo percorso di RCS per riappropriarsi del genere da lei sentito come proprio; la Drag Queen, invece, è una persona (uomo) che, indipendentemente dal suo Orientamento Sessuale, intrattiene un pubblico con performance molto divertenti ed ironiche, esibendosi rigorosamente truccato e in abiti prettamente da donna (esaltando, appunto, caratteristiche e atteggiamenti femminili come giustamente quest'Arte richiede).
Ecco, senza nulla togliere all'immagine rappresentata e/o alla persona che ha posato per realizzarla, mi sembra che più che di una donna transessuale, si stia parlando proprio di una Drag Queen; me lo dice l'esaltazione palese del trucco e parrucco e una affermazione contenuta nell'articolo stesso (una “improbabile” donna).
Per questo credo che questa Campagna Pubblicitaria sia fuorviante, non "rispecchiando" assolutamente una donna transessuale ma bensì una Drag Queen.

Per carità, Campagna Pubblicitaria ironica quanto ci pare ma a volte credo che i puntini sulle I sia necessario metterli.

Vi abbraccio

Marco Michele Caserta