ciao

mercoledì 11 maggio 2011

Stuart Milk incoraggia al cambiamento


Magenta Mercoledì 04 Maggio 2011 è iniziato il tour italiano di lezioni e conferenze tenute da Stuart Milk, l’americano nipote del leader storico del movimento LGBT (Lesbiche, Gay, Bisex e Trans) che è stato ricevuto dal sindaco Luca del Gobbo, da Sergio Prato de “Le Rose di Gertrude” e dagli amici dell’Associazione “Arcobaleno” presso Casa Giacobbe a Magenta.

Orgoglioso di essere stato invitato in una cittadina così importante per la storia in questo anno di festeggiamenti per l’unità d’Italia, Milk ha ricordato la storia della sua famiglia, una famiglia ebraica, la storia di suo zio, Harvey Milk, che negli anni ’70 combatté il pregiudizio di un’epoca
in cui l’omofobia era dilagante, uno zio dalle spalle larghe che fu il primo cittadino americano gay dichiarato ad essere eletto consigliere comunale e che, in seguito, venne assassinato.

Ricordato per le conversazioni con lo zio, Stuart Milk continua a lanciare una sfida al mondo non tanto sul piano legislativo – in cui dei risultati si sono ottenuti - quanto su quello culturale, perché si ha la piena consapevolezza che deprivare se stessi della propria identità significa non solo farsi del
male, ma farlo anche alla comunità in cui si vive.

Amico e consigliere per i diritti civili dell’attuale presidente americano Barak Obama e di Nancy Pelosi, Milk ha sottolineato l’importanza di cancellare dai discorsi pubblici, quando si parla di omosessualità e di diversità, la parola “tolleranza” e sostituirla con “inclusione”, termine che dovrebbe essere utilizzato nei confronti di qualsiasi minoranza: i disabili, gli immigrati e tutti coloro che non hanno ancora visti riconosciuti i loro diritti. Tollerare significa sopportare, “ma - aggiunge
Milk - noi non siamo zanzare; siamo coccinelle, farfalle…Vogliamo essere celebrati, non tollerati.

Per raggiungere questo obiettivo e cambiare le cose è necessario che ciascuno trovi la forza per dichiarare apertamente la propria identità e non nascondersi. Bisogna parlare e dialogare con tutti per fare progredire il mondo; il progresso è possibile quando si sta insieme e si costruiscono ponti.”
L’incontro si è concluso con un rinfresco e la consegna a Stuart Milk, da parte del sindaco, di una medaglia in argento del 150° anniversario della Battaglia di Magenta, ricordata per i valori
dell’unità che da lì sono nati.

Romina Pilotti

Per guardare tutte le foto...

Magenta: Stuart Milk, in tour per i diritti civili from CittaOggi.TV on Vimeo.

Fonte: http://www.cittaoggiweb.it/eventi-e-cultura/09-05-2011/Stuart-Milk-incoraggia-al-cambiamento_35313.html

Mi dispiace moltissimo non aver più potuto presenziare!
Ecco, il minimo che potevo fare era pubblicare un articolo a proposito di questo magnifico evento tenutosi a Magenta  il 4 Maggio!

Vi abbraccio

Marco Michele Caserta