ciao

domenica 22 maggio 2011

Gay Pride: in migliaia sfilano in centro a Palermo

GUARDA LA GALLERIA DI IMMAGINI (17).
Occorre farsene una ragione, non si tratta di una questione di genere ma di generi: lesbiche, gay, bisessuali, transessuali, eterosessuali. A pochi giorni dalla bocciatura del ddl contro l'omofobia, e nonostante la pioggia, erano tutti in piazza per reclamare il diritto di ciascuno ad essere semplicemente se stesso.
Per il secondo anno il centro storico di Palermo è stato dipinto con i colori dell'arcobaleno dalla Pride Parade, la sfilata dell'orgoglio omosessuale che ha concluso la settimana del Palermo Pride 2011.

Migliaia di persone hanno animato l'eterogeneo corteo che, con qualche ritardo rispetto ai tempi previsti, è partito da Piazza Magione nel pomeriggio. L'aver indossato scarpe con tacchi vertiginosi non ha impedito a Vladimir Luxuria, madrina del Pride palermitano, di precedere la sfilata che ha proseguito per il Foro Italico e via Roma colorando il grigio sabato palermitano. La manifestazione si è conclusa in piazza Castelnuovo con il concerto dei Matrimia e di altri gruppi di musica popolare.

Drag queen con corone di piume, trans strizzati in abitini da urlo, bellissimi ragazzi dalle sopracciglia disegnate, veterani che sfoggiavano la maglietta dell'Europride del 1992, famiglie con due mamme o due papà e bambini deliziosi, femministe d'un tempo in cui si parlava ancora di femminismo, associazioni e movimenti della Palermo che vuole cambiare la sua immagine di città tradizionalmente omofoba, c'erano tutti ieri pomeriggio, senza distinzione di orientamento sessuale. Fra musica ad alto volume, voglia di far festa e un pizzico di esibizionismo.

Durante la giornata a favore dei diritti per gli omosessuali, anche un matrimonio "tradizionale" entra a far parte della cronaca: vedendosi circondati da una folla rumorosa, i due novelli sposi che avevano appena varcato la soglia della chiesa di Santa Maria della catena alla Cala devono essersi lì per lì spaventati.

Ma l'atmosfera era troppo giocosa per resistere e, dopo la benedizione di Vladimir Luxuria per il rito appena celebrato, i due sposi si sono lasciati immortalare con i protagonisti della parata e le bandiere arcobaleno. Di questo potranno certo vantarsi con gli amici: le loro non saranno le solite foto da matrimonio.


Vi abbraccio

Marco Michele Caserta