ciao

martedì 10 maggio 2011

Gay italiani: chi li attacca non rappresenta l’Italia

Enrico vesco
I gay italiani sono costantemente attaccati da esponenti del mondo della politica? Ebbene, questi esponenti non rappresentano il pensiero dominante in Italia, e non rappresentano quindi gli italiani.
A sottolineare questo dato ci ha pensato Enrico Vesco, assessore all’Immigrazione della Regione Liguria, che si è inserito nel dibattito che riguarda le coppie omosessuali ed i loro diritti nel nostro caro Bel Paese, che con odiosa nonchalance ignora i bisogni di una buona fetta del popolo italiano.

“Chi attacca i baci gay e le coppie omosessuali non rappresenta l’Italia, sono delle posizioni ideologiche, fortemente conservatrici, che ledono i diritti universali degli individui”, ha recentemente dichiarato Enrico Vesco.

Il politico non riesce a capire cosa spinga la gente a osteggiare le coppie omosessuali che magari sono più compatte di quelle formate da persone eterosessuali.

Secondo Vesco, le parole dei nostri cari politici, che non fanno che disinformare la popolazione italiana in merito a tematiche importanti per la comunità omosessuale, non fanno altro che provocare un’ondata di violenza omofoba.

“Posizioni rigide ma anche autorevoli come quelle del sottosegretario Carlo Giovanardi danno spazio alle aggressioni degli omosessuali che leggiamo sui giornali”.

Voi cosa ne pensate di questa presa di posizione?