ciao

giovedì 5 maggio 2011

Coppie gay? Anche EasyJet come Ikea e Eataly

Arriva un altro spot che va incontro alle coppie gay e alle famiglie Lgbt! Ancora uno spot gay friendly, come quelli di Ikea e Eataly, che vogliono far passare un messaggio importante, un messaggio che la Politica non vuol proprio sentire: “Siamo aperti a tutti i tipi di famiglie”. Ed ecco che anche la compagnia aerea low cost EasyJet, ha deciso di esprimersi in merito alle tanto chiacchierate “famiglie gay”, che in Italia sono praticamente delle “famiglie fantasma”, dal momento che legalmente non hanno nessun diritto.


Questo è il risultato di una politica ancorata al mito della “famiglia tradizionale“, fondata su un amore “tradizionale”, che non contempla minimamente la possibilità che anche due uomini, o due donne, possano innamorarsi e voler costruire un nucleo familiare stabile.

La polemica potrebbe essere infinita, del resto, in un Paese che a stento riesce a considerare la possibilità di una legge contro i crimini dettati dall’omofobia, come potremmo mai aspettarci che le famiglie gay possano essere prese in considerazione ed essere riconosciute!?

EasyJet, specializzata in voli low cost, ha aderito a quella che sembra essere una vera e propria presa di posizione, pubblicando un manifesto di protesta contro le recenti e assurde esternazioni antigay di Carlo Giovanardi.

“L’iniziativa”, spiega Simona Milvo, portavoce dell’azienda Eataly, “non fa parte di un progetto più complesso. E’ semplicemente la risposta ad una polemica. Eataly non ha mai fatto pubblicità gay. Per noi tutti i consumatori sono uguali. Non abbiamo mai fatto studi per capire l’orientamento sessuale dei nostri clienti né vogliamo iniziare a farli. Ci piace pensare che i nostri punti vendita siano aperti a tutti”.


Vi Abbraccio

Marco Michele Caserta