ciao

martedì 10 maggio 2011

Brasile, San Paolo: Metropolitana multata per discriminazione transfobica nei confronti di una transessuale.

Il difensore pubblico di San Paolo - attraverso il suo Centro per la lotta contro la discriminazione, il razzismo e il pregiudizio - ha vinto nella settimana scorsa una sanzione amministrativa nei confronti della metropolitana di San Paolo, con il riconoscimento della discriminazione transfobica contro una donna transessuale. Il valore determinato per la multa è di R $ 87,250.00. Il Mediatore ha ricevuto dopo la decisione di rappresentare il Dipartimento di Stato della Giustizia e Protezione Cittadina, sulla base della legge dello Stato 10.948/2001, che prevede sanzioni amministrative per i cittadini e le società che praticano atti discriminatori sulla base dell'orientamento sessuale.

Nel Febbraio 2010, la donna, si era recata presso una stazione di servizio, che si trova nella stazione Maresciallo Deodoro, per richiedere la concessione di un biglietto speciale singolo. Ella, in quella occasione, ha presentato un referto medico che faceva menzione del suo nome sociale (femmina) e anche i documenti civili in (nome maschile). Il dipendente della Metro rifiutò, per le diverse classificazioni.


Il giorno dopo la donna tornò alla stazione di servizio, portando con sé una copia di un decreto che prevede l'uso sociale del nome come un adeguato trattamento per le persone transessuali. In questa seconda occasione, il funzionario ha cominciato a offendere la donna con insulti omofobici.

Dopo essere stato consultato , il difensore pubblico ha offerto la rappresentazione amministrativa contro la Metro. L'articolo 2, paragrafo I, della legge statale n ° 10.948 del 2001 dispone: che "sono considerati attacchi criminali, discriminatori contro i diritti individuali e collettivi dei cittadini gay, bisessuali o transgender, per gli effetti di questa legge è vietato praticare qualsiasi tipo di azione violenta, imbarazzante, intimidatoria o vessatoria, morale, etico, filosofico o psicologico. "

Secondo il difensore pubblico Ricardo Cesar Franco, che ha lavorato al caso, "la decisione senza precedenti, dovrebbe servire da stimolo per coloro che soffrono discriminazioni di questo tipo, per non rimanere in silenzio e far valere i propri diritti. Eccelle anche la legge del diritto pubblico statale che combatte l'omofobia, ancora poco conosciuta al pubblico. "

La petizione è stata accolta dalla Commissione,  il Segretario di Stato per la giustizia e la protezione dei cittadini ha imposto una multa di R $ 87,250.00 per la metropolitana. La Difesa si impegna per infliggere l'ammenda nel suo valore massimo: R $ 174,500.00.
Per saperne di più:

La legge dello stato n° 10.948/01 sanziona amministrativamente la pratica della discriminazione fondata sull'orientamento sessuale. Ogni cittadino può essere punito, compresi il titolare di una carica pubblica, civile o militare, e di ogni organizzazione sociale, società pubbliche o private (ristoranti, scuole, centri sanitari, motel, ecc.). Dimostrata la presenza di discriminazione, possono essere applicate le seguenti sanzioni amministrative da parte della Commissione speciale per perseguire: attenzione, pena pecuniaria, la sospensione della licenza dei esercizi dello Stato (nel caso di locali commerciali), temporaneo o permanente.

Fonte:
http://www.vanessamazza.org/2011/05/brasile-san-paolo-metropolitana-multata.html

http://www.maxpressnet.com.br/Conteudo/1,410015,Defensoria_Publica_obtem_multa_de_R_87250_00_contra_o_Metro_por_discriminacao_homofobica_contra_transexual_,410015,8.htm

Vi abbraccio

Marco Michele Caserta