ciao

martedì 29 marzo 2011

Vite di trans e transgender: Delia Vaccarello e Yuri ai microfoni di "Oltre le differenze", finendo con “Favolose Narranti” di Porpora Marcasciano.

Vite di trans e transgender, è stato questo il tema della puntata di “Oltre le Differenze”, il format radiofonico dedicato al mondo LGBTIQ, condotto da Natascia Maesi e Eleonora Sassetti andata in onda Venerdì 25 Marzo alle 21.00, sulle frequenze di Antenna Radio Esse (FM 91.25, 93.20, 93.50, 99.10) e in diretta online su www.antennaradioesse.it.

In compagnia della scrittrice Delia Vaccarello, autrice del libro “Evviva la neve” edito da Mondadori, in cui la giornalista de L’Unità autrice della rubrica “Liberi tutti” raccoglie alcune storie di trans e transgender molto toccanti; si è cercato di raccontare il difficile percorso delle persone che nascono in un corpo che non sentono loro.

In particolare ci siamo soffermarti sul transito FtM, cioè da donna a uomo. Uno degli aspetti meno indagati del transessualismo, forse perché meno visibile, attraverso la straordinaria e complicata storia di Yuri, un ragazzo nato biologicamente donna, che da quando era bambino sente di essere un uomo e che da poco ha trovato il coraggio di intraprendere un lungo percorso di riassegnazione del genere.
In chiusura l’intervista a Serenella Pallecchi Presidente di Arci Siena che ha presentato MetroCubo - contenitore per libere espressioni. Poi son tornati l'immancabile castroneria della settimana e i consigli su libri, film e appuntamenti a tema dello scaffale.
Per chi ascolta “Oltre le differenze”, come sempre c’è la possibilità di interagire con la redazione del programma chiamando il 366 2809050 o scrivendo a redazione.oltreledifferenze@gmail.com. E’ possibile inoltre visitare la pagina facebook e leggere gli approfondimenti delle storie nella rubrica speciale Oltre le differenze de La Nazione on line al sito www.lanazione.it/siena .

Inoltre, nella puntata:

“Noi trans siamo migranti in tutti i sensi migranti di genere e in genere, verso un corpo più nostro verso un paese più familiare, verso una terra meno ostile"
Questa frase la si legge nel retro della copertina di: “Favolose Narranti” di Porpora Marcasciano, nostra ospite qualche settimana fa, edito nel 2008 da Manifestolibri.
E’ una storia fatta di dieci storie. Dieci protagoniste con dieci testimonianze: le loro esperienze transessuali, dove traspaiono le loro vite, i loro drammi umani. Insomma, una cartina geografica che raccoglie l’esperienza trans nel nostro paese, il suo mutare nel tempo, ma soprattutto l'emergere del fenomeno transgender nella sua odierna complessità. Ai racconti delle protagoniste, che ci offrono un'immagine nitida di questa realtà in Italia, facendone emergere i risvolti umani, sociali, psicologici e politici, si affiancano gli interventi di alcuni testimoni privilegiati che affrontano i principali nodi problematici dell'esperienza transessuale: il rapporto con il mondo gay, con il femminismo e il lesbismo, con i servizi e l'inserimento sociale e lavorativo, con lo spettacolo, con la scienza e la medicina. Un libro che smonta pregiudizi, semplificazioni e strumentalizzazioni politiche.

Con due documentari in riferimento al mondo FtM:

F to M” di Sarah Claudon, del 2006, è un mini-documentario sperimentale di appena 8 minuti, sulla transizione da donna a uomo negli anni Sessanta in Francia, basato sulla testimonianza di un transessuale.

Khastegi (Sex My Life), è invece un documentario iraniano del 2008 che racconta le storie di sei persone in transito MtoF e di una in transito FtoM a Teheran. Interpretato dagli stessi protagonisti, il film segue le sfide che fanno parte dell'esperienza trans, dal percorso verso le proprie identità all'accettazione delle famiglie, in un paese in cui le leggi permettono la riassegnazione del genere, mentre puniscono l'omosessualità con la pena capitale.
Qui sotto troverete tutta la puntata per intero. L’intervista fatta a Delia Vaccarello si trova nel secondo video, quella fatta a Yuri nel terzo e la piccola presentazione del libro di Porpora Marcasciano si trova nel quarto video:



                                   http://www.youtube.com/watch?v=XQ9mY3LiS30


                                  http://www.youtube.com/watch?v=P-CQ7WS7WFA
                                                http://evvivalaneve.blog.tiscali.it/


      http://www.youtube.com/watch?v=WuiBzJZfQPA&feature=channel_video_title


                                      http://www.youtube.com/watch?v=C14_X4UUF-k

Fonte: http://oltreledifferenze.splinder.com/post/24370354/stagione-ii-puntata-25
http://oltreledifferenze.splinder.com/post/24370377/libri-e-dintorni-n-25-stagione-ii

Grazie Delia per i continui contributi che doni al "mondo" Trans*: non solo sei una grande scrittrice, ma sei anche una grande donna; Delia, racconta, non smettere mai!
Un ringraziamento speciale lo rivolgo anche a Yuri, per la sua testimonianza, e a Natascia Maesi ed Eleonora Sassetti di "Oltre alle Differenze" (su Antenna Radio Esse) che, con il loro programma, stanno facendo moltissima informazione: anche sulla transessualità.
Poi devo dire che siete state le primissime, in radio, a nominare anche il termine "Genderqueer:" eh già, esistono anche loro, non dimentichiamocene!Spesso, per fare più in fretta (e per mancata conoscenza), si usa il termine "Transgender" sempre e comunque (dato che effettivamente è appunto un termine-ombrello); il termine "Genderqueer", però, è più preciso per indicare chi non si identifica pienamente in un genere piuttosto che nell'altro o in nessuno di essi, rifiutando così la dicotomia uomo/donna.
Comunque i video sono bellissimi: ben fatti!

Vi abbraccio

Marco Michele Caserta