ciao

domenica 20 marzo 2011

Polemiche in Usa. Per i vescovi è inaccettabile la difesa delle unioni gay.

Cardinale Donald William Wuerl
“Questa organizzazione non ha alcuna autorità per parlare in nome della comunità cattolica locale”. È ferma la condanna del responsabile del Committee on Doctrine della Conferenza episcopale degli Stati Uniti e arcivescovo di Washington, cardinale Donald William Wuerl nei confronti di New Ways Ministry, un gruppo che si definisce cattolico ma si batte per le unioni tra omosessuali.
L’organizzazione ha pubblicato un opuscolo dal titolo “Marriage equality a positive Catholic approach” in cui viene messa in discussione l’autorità dei vescovi in materia matrimoniale. Secondo il porporato, riferisce L’Osservatore Romano, il gruppo non può mostrare alcun riferimento che possa giustificarne la posizione come compatibile con la dottrina cattolica che, in conformità con il magistero della Chiesa, non ammette alcun tipo di unione matrimoniale tra omosessuali. Non è la prima volta che la Chiesa degli Stati Uniti si pronuncia contro New Ways Ministry, già dichiarata non cattolica nel febbraio dell’anno scorso dall’allora presidente dei vescovi, cardinale Francis Eugene George. L’organizzazione è stata fondata nel 1977 nel Maryland da una suora e da un sacerdote, ai quali fu prima chiesto di prenderne le distanze e poi fu loro impedita ogni attività pastorale nei confronti di soggetti omosessuali da parte della Congregazione per la dottrina della fede.

Fonte: http://gaynews24.com/?p=19568

Vi abbraccio

Marco Michele Caserta