ciao

martedì 15 marzo 2011

Il pastore trans della United Church of Christ

Una chiesa di Douglas County, in Colorado, ha scelto come reverendo Malcolm Himschoot. Niente di strano, se non fosse che il nuovo ministro del culto è un transgender.
La Parker United Church of Christ è una chiesa aperta, orgogliosa di accogliere tra le sue fila chiunque, di qualsiasi orientamento sessuale sia.
Tanto meglio. Il motto della chiesa suona come “Da noi è il benvenuto chiunque dà il benvenuto a chiunque.” A dimostrazione di questo assioma questa chiesa ha scelto come pastore il reverendoMalcolm Himschoot, che è un transgender. “Non l’abbiamo scelto perché è un transgender.” No, l’hanno scelto per le sua capacità, perché pensano che possa esercitare bene il proprio ministero. Così è.

VERO CAMBIAMENTO – Altre chiese cristiane hanno avuto un rapporto molto più conflittuale con i ministri transessuali. Nel 1990 due chiese luterane erano state espulse per aver dato gli ordini a pastori omosessuali, ma nel 2010 la chiesa ha reintegrato sette ministri del culto transgender e gay. Nel 2007 la United Methodist Church ha votato affinché il reverendoDrew Phoenix restasse al suo posto dopo il cambio di sesso. Ora l’esperienza del reverendo Himschoot apre la strada a un vero cambiamento, non solo per la Parker Church, ma per tutta laCristianità negli Usa.

AUDACIA E UMILTÀ – Pam Thompson, fondatore della Parker Church, nel giorno dell’ordinazione di padre Himschoot ha detto: “Oggi celebriamo Dio facendo una cosa nuova. Restiamo uniti nell’audacia e nell’umiltà”. Amen. Riflettendo sull’argomento, abbiamo provato a immaginare i sacerdoti cattolici con la gonna, ma all’improvviso ci siamo accorti che ce l’hanno già.


Vi abbraccio 

Marco Michele Caserta