ciao

lunedì 7 marzo 2011

Francia: assalto "etero" contro una mostra di foto gay

Una mostra di fotografie, 35 scatti opera di fotografi non professionisti, con l’omosessualità come oggetto, è stata oggetto di un atto vandalico: molte immagini sono state imbrattate di vernice rossa e il gesto è stato rivendicato dal collettivo “Hétérophobie Stop”.
È successo in Francia, a Lille, dove l’esposizione era stata organizzata dall’associazione studentesca Silence H, i cui rappresentanti Sarah e Romain sono stati intervistati da Tetu
Silence H, creata nel 2009, riunisce studenti di medicina con l’obiettivo di affrontare la questione omosessuale - e più in generale sessuale - nel mondo medico dal punto di vista culturale. Così era nata la mostra «Homosexualités», ospitata nei locali dell’università: ogni immagine rappresenta una visione personale dell’omosessualità, attraverso foto a colori o in bianco e nero. 


I due esponenti dell’associazione raccontano al giornale che, insieme a reazioni positive, c’erano state anche polemiche, perché nonostante tutto l’ambiente medico ospita ancora un fondo di omofobia, spesso nascosto ma ancora vitale. La conseguenza è stata l’atto di vandalismo, rivendicato con un comunicato dal titolo “Tag des clichés pédéraste de Lille 2″.

Conclusione? La mostra andrà avanti, come previsto, fino al 12 marzo, nonostante le minacce di reiterare i danneggiamenti; ma, dopo questo episodio, è ancora più evidente quanto siano necessarie iniziative come questa. Dalla Francia, comunque, nel bene e nel male arrivano segnali di vitalità che per noi sono inimmaginabili.