ciao

martedì 29 marzo 2011

Croazia: un prete cattolico condannato per omofobia

In Italia politici vescovi e cardinali possono offendere e insultare gay e lesbiche liberamente, in Croazia no. Un prete cattolico, Franjo Jurcevic della città di Kastav, è stato condannato per omofobia, a causa delle dichiarazioni che ha pubblicato sul proprio blog subito dopo il Gay Pride di Belgrado, a ottobre 2010.
Subito dopo la marcia, che fu caratterizzata da incidenti e attacchi contro i pochi gay che avevano osato manifestare, il prete aveva scritto che queste proteste “hanno mostrato ciò che si pensa degli psicopatici” e aveva aggiunto:


“Bravi i cittadini normali di Belgrado! Così la gente normale dovrebbe reagire quando i malati occupano lo spazio pubblico”.

Il prete è stato condannato a tre mesi di prigione con la condizionale: se non ripete il suo reato nel giro di un anno, non andrà in prigione. In ogni caso la condanna, contro cui Jurcevic non ha presentato appello, è un segnale molto chiaro per gli omofobi croati: l’incitamento all’odio non è accettabile. Dovremmo imparare qualcosa anche noi.


Vi abbraccio

Marco Michele Caserta