ciao

mercoledì 9 marzo 2011

Bullismo a scuola: nuova legge in America

Il senato degli Stati Uniti ha reintrodotto nel proprio programma legislativo il decreto legge, conosciuto come Safe Schools Improvement Act, mirato ad affrontare e porre fine al bullismo a scuola in base all’orientamento e identità di genere dei giovani studenti.

Bob Casey, un democratico della Pennsylvania e Mark Kirk, un repubblicano dell’Illinois, sono i principali sostenitori del disegno di legge e proprio questo fa capire come, per la prima volta, una legislazione, sul tema omosessuale, sia sostenuta sia da repubblicani sia da democratici.

Il democratico Casey aveva sponsorizzato la legislazione nella precedente sessione del Congresso, ma la legge era stata respinta dalla Commissione. Entro poche settimane la repubblicana Linda Sanchez della California introdurrà una legge simile alla Camera, come la stessa aveva comunicato nella sessione precedente.

Secondo quanto previsto dalla nuova proposta di legge, scuole e distretti educativi riceveranno dei fondi pubblici per adottare codici di condotta specificamente proibitivi al fine di eliminare qualsiasi comportamento di molestie o bullismo sulla base dell’orientamento e identità di genere degli studenti più indifesi.

Le varie amministrazioni scolastiche sono inoltre chiamate a segnalare tutti gli episodi di bullismo, denunciati e non, che si sarebbero verificati nel corso della storia presso il Dipartimento della Pubblica Istruzione, al fine di segnalare e presentare tutti questi al Congresso.

Una legge davvero interessante che forse una volta per tutte riuscirà a porre fine non solo alle aggressioni e alle discriminazioni nei confronti di chi diverso non è, ma soprattutto, si spera, servirà a diminuire i casi di suicidio di giovani omosessuali.

Tuttavia è bene ricordare che l’educazione è quella che si riceve in famiglia prendendo esempio dalle persone con le quali si ha uno stretto contatto, che siano genitori o fratelli maggiori.

Come lo stesso Casey ha dichiarato, durante un’intervista, la nuova legge assicurerà ai bambini la garanzia di ricevere un’istruzione di qualità e non aver paura di andare a scuola temendo di essere vittima dei bulli.


Vi abbraccio

Marco Michele Caserta