ciao

giovedì 10 febbraio 2011

San Francisco: Rainbow Honor Walk per omaggiare quanti hanno vissuto liberamente il proprio orientamento sessuale

Quattordici uomini e sei donne sono i primi venti personaggi che saranno commemorati con targhe in metallo che riportano il loro nome al centro di una bandiera rainbow, lungo i marciapiedi del quartiere gay di San Francisco, Castro.
Denominato Rainbow Honor Walk, il progetto mira a diventare una vetrina delle vittorie conseguite dal collettivo lgbt, nonostante le persecuzioni che ha dovuto affrontare nel corso della storia. Da una lista iniziale di 150 nomi il comitato del progetto ha selezionato venti persone che hanno vissuto il proprio orientamento sessuale e identità di genere in maniera aperta, testimoniandole nelle opere o azioni.
La lista include personaggi noti come Harvey Milk, il poeta Allen Ginsberg, l’artista Keith Haring o lo scrittore giapponese, Yukio Mishima; ma anche altri meno noti alla comunità lgbt come Jane Addams, prima donna che ha vinto il Nobel per la Pace. Parimenti, vengono ricordati membri di tutte le origini e nazionalità: avranno la loro targa commemorativa Bayard Rustin, attivista per i diritti civili, Sylvester James, drag queen; James Baldwin, scrittore; Frida Kahlo, pittrice messicana e il poeta e drammaturgo spagnolo Federico García Lorca. Senza dimenticarsi, ovviamente, nomi illustri della letteratura come Oscar Wilde, Virginia Woolf, Gertrude Stein e Tennessee Williams. Chiosa Bill Lipsky, storico della GLBT Historical Society di San Francisco:

Stiamo parlando di persone che sono state veramente pericolose. Vivevano alla luce del sole il loro orientamento sessuale e sono stati onesti in un’epoca in cui non era così sicuro vivere in questo modo. Avrebbero potuto perdere lavoro, famiglia, casa: tutto quello che si può considerare sostegno sociale. Hanno testimoniato che il collettivo lgbt poteva uscirne rafforzato.

Fonte: http://www.queerblog.it/post/10307/san-francisco-apre-il-rainbow-honor-walk-per-omaggiare-quanti-hanno-vissuto-liberamente-il-proprio-orientamento-sessuale

Vi abbraccio

Marco Michele Caserta