ciao

sabato 26 febbraio 2011

Due lesbiche musulmane inglesi si sono unite in matrimonio

Qualche giorno fa nel Regno Unito Asra e Sarah, due lesbiche musulmane, hanno celebrato la loro unione. Tecnicamente hanno stipulato un nikah, che è un contratto di matrimonio musulmano. La cerimonia è avvenuta alla presenza di sei amici che hanno rivestito il ruolo di testimoni (e un gatto, come ci tiene a sottolineare Sarah). La scelta delle due donne non è stata facile, considerato che la fede islamica rifiuta categoricamente l’omosessualità.
Per la celebrazione del nikahsi sono rivolte a una persona con una buona conoscenza del Corano, non potendo chiederlo a un imam. Asra ha affermato di non aver fatto coming out in famiglia, mentre Sarah, invece, ha posto l’accento sul fatto le persone omosessuali di fede musulmana non siano solo discriminate dalla propria comunità religiosa, ma anche all’interno della stessa comunità lgbt:

Sento che c’è islamofobia all’interno della comunità gay. È qualcosa che veramente mi preoccupa. Durante un gay pride uno dei manifestanti si voltò e piuttosto crudamente disse: “Non sapevamo che il pride permettesse la marcia di kamikaze”. È stato davvero scioccante sentirlo pronunciare da un collega gay.

La comunità omosessuale musulmana è ancora piccola anche se all'interno del mondo islamico britannico sta crescendo: ci sono anche associazioni che si occupano del rapporto tra omosessualità e islamismo (sia dal punto di vista religioso che culturale). Una di queste è Safra Project. Negli USA, invece, il matrimonio gay tra musulmani è fortemente caldeggiato dall’imam Daayiee Abdullah, gay lui stesso. L’imam ha già stipulato diversi contratti matrimoniali tra omosessuali americani e ha fornito sostegno a coppie gay britanniche su come fare altrettanto.


Vi abbraccio

Marco Michele Caserta