ciao

giovedì 3 febbraio 2011

Barbara Bush, figlia di George, approva il matrimonio gay



Barbara Bush, figlia dell’ex presidente degli USA George W., ha dimostrato che la cecità di suo padre nel vietare le nozze tra persone dello stesso sesso non è un “affare di famiglia”. La giovane ventinovenne ha registrato uno dei video di una campagna a sostegno della legalizzazione del matrimonio gay a New York.
Barbara è un’impegnata attivista nel campo della solidarietà, nel lavoro con i malati di AIDS in Africa e presiede una ONG per la salute pubblica. E anche se non è sua abitudine parlare di politica, non ha avuto alcuna esitazione nel rendersi disponibile per questa campagna, in cui, sottolineando come New York sia a favore della giustizia e dell’uguaglianza, afferma che tutti dovrebbero avere il diritto di sposarsi con la persona che amano.
Barbara non è l’unica figlia di un politico a esprimere pubblicamente la propria posizione sull’argomento: Meghan McCain, figlia del senatore John McCain, o Mary Cheney, figlia lesbica dell’ex vicepresidente Dick Cheney, si sono mostrate a favore della causa lgbt nello stesso tempo in cui il padre vi si opponeva. La stessa Laura Bush, moglie dell’ex presidente, ha dichiarato in una intervista che il matrimonio gay è una questione che va discussa e non messa in disparte, dicendosi a favore degli stessi diritti per tutti, indipendentemente dal sesso. Nella stessa campagna sostenuta da Barbara Bush, sono apparsi altri newyorchesi celebri come il sindaco Michael Bloomberg e Robert F. Kennedy Jr.

Fonte: http://www.queerblog.it/post/10233/barbara-bush-figlia-di-george-approva-il-matrimonio-gay

Vi abbraccio

Marco Michele Caserta