ciao

sabato 26 febbraio 2011

Bambino avuto con fecondazione artificiale riesce finalmente ad abbracciare i suoi genitori, una coppia gay, dopo due anni

Samuel è un bambino di due anni nato in Ucraina. Era stato concepito da un uomo gay attraverso una madre in affitto, nel paese in cui era nato il piccolo. Ma i problemi erano sorti dopo poiché nessuna autorità l’aveva riconosciuto.
Perciò era rimasto bloccato in patria, e così i genitori non potevano accogliere il piccolo a casa con loro. L’ambasciata del Belgio si era rifiutata di riconoscere la paternità del piccolo e così Samuel Laurent Ghilain, 27 anni, e il suo partner Peter Meurrens hanno dovuto iniziare una battaglia non indifferente.

Samuel è nato il 24 novembre 2008 dopo che il seme di Laurent era stato impiantato nell’utero della madre surrogata grazie alla fecondazione artificiale. Ora finalmente il tribunale belga ha concesso al bambino la possibilità di vivere con i genitori a Lodève, nel sud della Francia. La sentenza ha sottolineato anche numerosi errori burocratici nella gestione di questo caso internazionale.

Nemmeno un visto turistico era stato accettato. Nulla. Ogni tentativo di Samuel Laurent e Peter sembravano fallire miseramente. Finalmente poi la bella notizia e, dopo più di due anni, il lieto fine. Perché, come sempre ha detto la coppia, loro sono genitori normali e vogliono dare a Samuel una vita normale. Felici e contenti.

Fonte: http://www.queerblog.it/post/10478/bambino-avuto-con-fecondazione-artificiale-riesce-finalmente-ad-abbracciare-i-suoi-genitori-una-coppia-gay-dopo-due-anni

Vi abbraccio

Marco Michele Caserta