ciao

venerdì 7 gennaio 2011

A Barcellona un monumento per i gay

A Barcellona presto sarà eretto un monumento in onore delle persone omosessuali che sono state perseguitate nel corso della storia. Il luogo esatto dove il monumento di pietra triangolare sarà eretto ancora non è stato deciso ma un portavoce del comune ha dichiarato che molto probabilmente sarà la piazza posta al di fuori del Sacro Cuore o quella difronte la Basilica della Sagrada Familia, visto che la stessa era stata proposta come possibile luogo.

Papa Benedetto XVI aveva consacrato l’emblema della città di Antonio Gaudì il mese scorso mentre centinaia di uomini e donne omosessuali si esibivano in un flash mob di massa per protestare contro il potere della chiesa cattolica romana e le posizioni contro gli omosessuali.

Giovedì scorso è stato reso ufficiale che il monumento per i gay sarà inaugurato nel mese di febbraio. L’iscrizione sarà in memoria di tutte le persone omosessuali che nel corso della storia sarebbero state vittima di discriminazione e che sono state perseguitate. Questo monumento sarebbe stato chiesto da diverse associazioni di attivisti lgbt spagnole.

L’omosessualità in Spagna era stata legalizzata nel 1979 poco dopo la morte del dittatore Francisco Franco, il quale aveva mandato molti gay nei campi di concentramento durante il suo regime, a detta di alcuni attivisti.

Il governo socialista del premier Jose Luis Rodriguez Zapatero ha cercato di cambiare la società andando incontro alla comunità omosessuale e promuovendo i diritti dei gay.

Così con il governo di Zapatero, nel 2005 è stata approvata una legge per consentire i matrimoni tra persone omosessuali, facendo della Spagna il terzo paese dell’Unione Europea, dopo Belgio e Paesi Bassi, ad aver riconosciuto il matrimonio alle coppie omosessuali.

Dal 2005 ad oggi si sono celebrati migliaia di matrimoni gay nel paese.
La chiesa Cattolica romana ha sempre espresso una posizione di disapprovazione a riguardo additando sempre il dito contro la comunità omosessuale spagnola cercando di indurre il governo spagnolo a fare marcia indietro su alcune leggi considerate contro natura.

Fonte: http://www.gaywave.it/articolo/a-barcellona-un-monumento-per-i-gay/26421/

Vi abbraccio

Marco Michele Caserta