ciao

martedì 7 dicembre 2010

Pordenone e Udine: No ad Arcigay nelle scuole

Un brutto caso di discriminazione e di omofobia è avvenuto da parte della provincia di Udine e da quella di Pordenone, dove è stata bloccata un’iniziativa promossa dall’ Università di Psicologia di Trieste ed apprezzata dal ministro per le Pari opportunità Mara Carfagna e dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Il progetto, “A scuola per conoscerci. Isolamento sociale,Giorgio Napolitano e omofobia: strategie d’intervento in ambiente scolastico” , prevedeva degli incontri tra i rappresentati delle associazioni Lgbt italiane e gli studenti delle scuole.

Purtroppo questo progetto è stato bloccato dalle due Province, perché a quanto sembra (udite e udite) rischierebbe di “favorire la diffusione dell’omosessualità”.

Mi chiedo sinceramente come si possa “favorire la diffusione” di qualcosa che nasce da dentro, e che di certo non può essere né imposto né “contagiato”!!!

Allibito anche Paolo Patanè, presidente di Arcigay nazionale, che ha così commentato quanto avvenuto a Pordenone e Udine (dove si è da poco tenuta una conferenza sull’omofobia): “Ancora una volta assistiamo all’indegno e omofobo tentativo di far passare l’omosessualità come un pericolo e una minaccia. Quella espressa dai presidenti delle due province è espressione di un’ignoranza che i cittadini di Udine e Trieste non meritano e non possono tollerare”.

Fonte: http://www.gaywave.it/articolo/pordenone-e-udine-no-ad-arcigay-nelle-scuole/25305/


Vi abbraccio
Marco Michele Caserta