ciao

mercoledì 1 dicembre 2010

Maschilità senza uomini: Judith Halberstam in Italia

Judith Halberstam a Palazzo Nuovo e al circolo Maurice

"Judith Halberstam in Italia"

Torino, venerdì 3 dicembre 2010, dalle 15.00 alle 17.00
Auditorium del Laboratorio Multimediale "G. Quazza"

Seminterrato Palazzo Nuovo, via Sant'Ottavio 20, Torino.
Presentazione del libro Maschilità senza uomin e discussione sulle recenti prospettive negli studi queer, dal tema della performance a quello della (anti)socialità, passando per il 'tempo queer':

Maschilità senza uomini propone quattro scritti di Judith Halberstam, figura di riferimento degli studi queer angloamericani nota a livello internazionale e non ancora tradotta in Italia. Questa raccolta è un'eccellente introduzione al concetto di 'maschilità femminile' in tutte le sue sfaccettature teoriche, culturali e storiche, e presta un'attenzione particolare al fenomeno delle drag king nel contesto angloamericano degli anni Novanta. Essa presenta inoltre i principali assi attorno ai quali si è sviluppato il pensiero di Halberstam in anni recenti, con lo spostamento del concetto di 'queer' al di fuori delle comunità gay, lesbiche e transessuali/transgender, e la sua estensione a soggetti politici che appartengono a culture caratterizzate da un'esperienza del tempo alternativa alle forme socioculturali dominanti, con implicazioni di estremo interesse per il contesto italiano. L'ultimo capitolo della raccolta, inedito anche negli Stati Uniti, propone alcune recentissime riflessioni sulle prospettive degli studi queer, tra cui una analisi politica provocatoria e innovativa del concetto di fallimento.


Judith Halberstam è Professor of English, Gender Studies, American Studies and Ethnicity alla University of Southern California. È autrice di tre libri: Skin Shows (1995), Female Masculinity (1998), In A Queer Time and Place (2005); è co-curatrice di Posthuman Bodies (1995) e co-autrice di The Drag King Book (1999). Attualmente sta completando The Queer Art of Failure e sta lavorando a una nuova opera intitolata Bats.
Federica Frabetti è Senior Lecturer in Communication, Media and Culture alla Oxford Brookes University. Ha pubblicato numerosi articoli in italiano e in inglese sullo studio culturale della tecnologia, sui nuovi media e sulla teoria queer e di genere. Attualmente sta completando una monografia dal titolo Technology Made Legible: A Cultural Study of Software

Saranno presenti anche Federica Frabetti e Marco Pustianaz.

A seguire, ore 19.30, aperitivo con l'autrice presso il circolo Maurice, via Stampatori, 10

Data:
3 Dicembre, 2010 - 15:00 - 23:00

Luogo:
Plazzo Nuovo, lab. Quazza,
Circolo Maurice
Via Stampatori 10
Torino
Per info:
011 5211116


Judith Halberstam - la politica dell’impossibile 

7 Dicembre presso la Casa Internazionale delle Donne (Via della Lungara 19) a Roma - ore 18.30

Presentazione del libro Maschilità senza uomini. Saggi di Judith Halberstam a cura di Federica Frabetti, edizioni ETS

Con Judith Halberstam

Introduce la serata Liana Borghi. Moderano e presentano il libro Francesca Manieri e Olivia Fiorilli

A seguire Julius e Kyram presenteranno alcuni loro lavori in video.

Judith Halberstam è una figura di riferimento degli studi queer angloamericani. Ha sviluppato il concetto di ‘maschilità femminile’ in tutte le sue sfaccettature teoriche, culturali e storiche e in particolare il fenomeno drag king nel contesto angloamericano degli anni Novanta. Uno sviluppo recente della sua riflessione è lo spostamento del concetto di queer al di fuori delle comunità LGBT e la sua estensione a una serie di soggetti politici appartenenti a culture caratterizzate da un’esperienza del tempo alternativa alle forme socioculturali dominanti.

Judith Halberstam è Professor of English, Gender Studies, American Studies and Ethnicity alla University of Southern California. E’ autrice di: Skin Shows: Gothic Horror and The Technology of Monsters, Female Masculinity, In A Queer Time and Place: Transgender Bodies, Subcultural Lives.


Bologna - Some Prefer Cake. Bologna International Lesbian Film Festival

Bologna
3-5 Dicembre 2010
Cinema Nuovo Nosadella
Some Prefer Cake
Bologna International Lesbian Film Festival - IV edizione

Dal 3 al 5 dicembre Some Prefer Cake porta a Bologna il cinema lesbico da tutto il mondo: 48 tra corti e film, 24 anteprime italiane e 3 anteprime europee, due sezioni dedicate al documentario e all’animazione, incontri con protagoniste della cultura lesbica internazionale.

Il festival presenta in anteprima europea Mountains That Take Wing, una conversazione sulla vita, le lotte e la liberazione tra Angela Davis e Yuri Kochiyama, due protagoniste indiscusse delle lotte per i diritti civili negli Stati Uniti.

Tra le prime nazionali invece Elena Undone, passionale storia d’amore tra la moglie di un pastore omofobo e una scrittrice lesbica dichiarata e Bloomington, che rielabora il topos lesbico ricorrente della relazione tra studentessa e insegnante.

Sabato 4 dicembre il festival ospita Judith Halberstam, una delle più note teoriche queer a livello internazionale, per la presentazione di Maschilità senza uomini, primo libro che traduce in italiano alcuni dei suoi scritti sui modelli di maschilità femminile, a partire dalle drag king nel contesto angloamericano degli anni Novanta.

Domenica 5 alla Biblioteca Italiana delle Donne Omaggio a Michèle Causse teorica e scrittrice lesbica radicale francese morta nel luglio di quest’anno.

Il bar SPC, dall’apertura fino a tardi, con DJ set per tutta la durata del festival, è una parte essenziale dell’esperienza di Some Prefer Cake.


Vi abbraccio
Marco Michele Caserta