ciao

venerdì 24 dicembre 2010

20-12-10 Live- Le storie: L'odissea di chi decide di cambiare sesso... e la mia impressione sul libro: "Evviva la neve" di Delia Vaccarello

Lunedì 20/10/2010 è andata in onda, su Italia Uno, la puntata di Live-Storie: L'odissea di chi decide di cambiare sesso...; sono minuti intensi, quelli che vedono come protagonisti la Transessualità e le storie di vita reale: vite vissute dalle persone transessuali. Una puntata densa di voci, di volti, compreso quello di Delia Vaccarello con il suo libro "Evviva la neve"; la stessa che ha dato voce a quei volti, a quelle storie cariche di sofferenza, di malessere ma che allo stesso tempo sono piene di VITA: piene di VOGLIA DI ESISTERE!!!

In quanto persona T* ho voglia di dare una mano, come e quando posso, dove ce n'é bisogno; perciò, per chi non avesse visto la puntata, ho estratto i 13 minuti di speciale in cui sono racchiusi gli stralci di un piccolo mondo: il mondo transessuale.
Questo è il video:

    http://www.youtube.com/watch?v=8pKm3Yx6zB8

Dato che ci sono mi piacerebbe anche esprimere le mie impressioni sul libro: "Evviva la neve" di Delia Vaccarello.
Un libro intenso, un libro che non ha paura di parlare, che non ha paura di raccontare anche gli episodi più crudi ma i più veri di questa realtà, di questa metamorfosi.
Una lettura che mi ha da subito appassionato, mi ha commosso e riempito di ricordi tristi e felici a tratti alterni.
Un libro che mette in luce moltissimi aspetti di questa realtà ma soprattutto che mette in luce le vite prese in prestito dal silenzio delle parole non dette per la paura, per la vergogna, per il terrore che esca allo scoperto un segreto molto spesso pesante da portarsi sulle spalle e difficile da metabolizzare; un segreto che spesso si custodisce dentro di se per molto tempo: la Transessualità.
Poi c'è lo sbando, la prostituzione, la voglia di morire, di sparire, la discriminazione e il disgusto da parte di chi ha partorito prima di tutto delle persone; ma poi c'è anche l'affetto e l'amore immenso ed incondizionato da parte di alcuni amici e famigliari capaci di comprendere, e poi: poi c'è la rinascita.

Molti pensano che siamo persone (per alcuni non siano nemmeno quello) che si fanno solo del male per via della terapia ormonale e degli interventi demolitivi, pensando che transizionare non sia una cosa naturale o normale; ma credetemi, non c'è cosa più naturale che riuscire finalmente a riconoscersi nella propria immagine riflessa, anzichè vedersi sempre un perfetto estraneo e per questo annaspare all'infinito come anime in pena alla ricerca continua di se stessi.

Inoltre, all'interno del libro, mi sono piaciute molto le considerazioni fatte da Fabianna Daneri, ve ne lascio uno stralcio:

" Che dire se alla fine del percorso, conquistata l'identità nel suo complesso, questa persona finisce con il mascherarsi da qualcosa che non è, per esempio acquistando un pacco di assorbenti? Nei gruppi di "auto-aiuto" ci sono persone che vivono orgogliosamente la loro storia. E c'è chi vuole cancellare, chi ha vergogna. Ed è come se non si liberasse mai, mostrando di vivere la transessualità come una patologia senza sbocco".

Vi saluto lasciandovi un frammento di questo libro, così, per far riflettere un po' chi conosce poco o nulla della realtà transessuale, soprattutto chi, nonostante ciò, non si risparmia dal giudicare e discriminare:

“Provate a chiudere gli occhi per cinque secondi, respirate lentamente e immaginate che, una volta riaperti, il vostro corpo sia quello di un topo, o semplicemente il corpo del sesso opposto al vostro. Lo avete fatto? Il disagio che avete provato per quel piccolissimo istante immaginando una cosa così drammatica è quello che noi proviamo tutti i giorni. Non è divertente, vero? Ognuna di noi ha subito quel disagio per anni, altre per decenni, e voi, additandoci sul lavoro, per strada, non fate altro che aumentarlo, così da diventare dei carnefici spietati.”

E per finire: "Evviva la neve", andatelo a comprare e leggetelo, ne vale la pena!

Vi abbraccio e auguro a tutti di passare delle feste serene e piene di gioia!!!
Buon Natale e felice Anno Nuovo!!!
Vi ringrazio per tutte le visite che vedo arrivare ogni giorno sul sito: mi fanno tanto piacere!!!

Marco Michele Caserta